Roma, Umberto I: nasce Osservatorio Nazionale CCSVI.

(Meridiananotizie) 04 luglio 2012

Il progetto dell’Osservatorio Epidemiologico Nazionale sulla Insufficienza Venosa Cronica Cerebro Spinale (CCSVI) in soggetti con Sclerosi Multipla è stato presentato stamattina nell’Aula Magna della I Clinica Medica del Policlinico Umberto I. La piattaforma è nata dalla necessità di monitorare sia sul piano diagnostico (clinico strumentale) sia su quello terapeutico (interventistico, farmacologico, fisiochinesi terapeutico etc..) la CCSVI, una scoperta tutta italiana identificata per la prima volta nel mondo dal ricercatore Prof Paolo Zamboni di Ferrara coadiuvato dal Dr. Fabrizio Salvi, come illustrato dal Prof. Sandro Mandolesi, coordinatore della piattaforma.

La prima metodologia terapeutica proposta per tale affezione, innovativa a livello mondiale, propone trattamenti endovascolari di angioplastica venosa per i soggetti con Sclerosi Multipla, come ha spiega il Prof. Francesco Fedele, Direttore DAI Malattie Cardio-Vascolari e Respiratorie Policlinico Umberto I e Università Sapienza Roma. Obiettivo principale del progetto, dunque, è la creazione di una rete di centri CCSVI omogenea ed affidabile per raccogliere e mettere a disposizione della classe medica, dei pazienti e degli operatori sanitari informazioni stratificate sulla malattia con modalità scientifica. Per raggiungere questo obiettivo è stata realizzata una piattaforma informatica collocata nella rete internet www.ccsvi-database.it utilizzabile non solo dagli operatori nazionali, ma anche a livello internazionale. Il progetto verrà monitorato e valutato in base ad un piano di qualità basato sulle evidenze di letteratura scientifica e in base a progetti simili di Osservatori Clinici a valenza nazionale. L’istituzione dell’Osservatorio è stato possibile grazie alla sensibilità dimostrata dall’On.le Maurizio Perazzolo Presidente della IX Commissione Lavoro, Pari Opportunità, Politiche Giovanili, Politiche Sociali e dall’Assessore ai Servizi Sociali On.le Aldo Forte della Regione Lazio e avrà sede nella Scuola di Specializzazione in Cardiologia e Malattie Vascolari del Policlinico Umberto I.

Il servizio di Antonella D’Angelo:

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*